Art.1 OGGETTO: FORNITURA DEL SERVIZIO.
1. Il contratto ha per oggetto la fornitura al «Cliente», da parte di Prisma S.R.L., di servizi dati e fonia su IP. La fornitura avverrà attraverso l’utilizzo in comodato gratuito o la vendita di apparati di connettività dati o attraverso la fruizione degli stessi via web.
1.2 Le parti convengono che il registro elettronico attestante il funzionamento del «Servizio», formato e conservato a cura di Prisma S.R.L., costituisce piena prova degli atti compiuti dalle parti.
1.3 Prisma S.R.L.. non potrà modificare le condizioni del «Servizio»,se non dandone comunicazione al «Cliente» con un preavviso scritto di almeno 7 giorni solari. Nel caso in cui la variazione proposta risulti peggiorativa delle caratteristiche e/o delle condizioni contrattualizzate, il «Cliente», potrà recedere dal contratto, dandone comunicazione anche a mezzo posta elettronica a Prisma S.R.L., quale soggetto fornitore, senza che ciò comporti il pagamento dei ratei a scadenza dalla data in cui il recesso diventa operativo.
1.4 Prisma S.R.L, in caso di sospensione del servizio dovuta a propri apparati sia software che hardware, GARANTISCE il ripristino della navigazione nei 4 giorni lavorativi successivi alla disconnessione. Qualunque altro termine ridotto va contrattualizzato separatamente e sarà esplicitamente riportato nel presente contratto.

Art. 2. DURATA DEL CONTRATTO E RECESSO.
2.1 Il contratto è a canone ed ha validità di almeno 24 mesi dalla data di attivazione e si rinnova, dopo i 24 mesi di mese in mese, salvo disdetta da inviare almeno 7 giorni prima della scadenza. Il cliente, in caso di recesso, prima dei 24 mesi, è tenuto al saldo in un’unica soluzione dell’importo
nei canoni rimanenti oltre che alla restituzione degli apparati dati in comodato.
2.2 Prisma S.R.L. ha il diritto di recedere dal presente accordo in qualsiasi momento, sospendendo il «Servizio». In tal caso sarà obbligata esclusivamente alla restituzione al «Cliente» del rateo del prezzo corrisposto del «Servizio» corrispondente al numero di giorni non utilizzati, restando esplicitamente escluso ogni e qualsiasi altro rimborso o indennizzo o responsabilità del soggetto fornitore per il mancato utilizzo del «Servizio» dal parte del «Cliente» nel periodo residuo. La cessazione dell’accordo, qualunque sia la causa, non esclude comunque l’obbligo da parte del «Cliente» di pagare gli addebiti, eventualmente maturati, a termini dell’accordo medesimo, alla data di cessazione.

Art.3. OBBLIGHI DEL SOGGETTO FORNITORE.
3.1. Prisma S.R.L. si impegna a fornire il «Servizio» in accordo a quanto descritto nell’«offerta».
3.2. Prisma S.R.L. si riserva la facoltà di variare in qualsiasi momento la soluzione tecnica utilizzata, purché equivalente o migliorativa in tema di caratteristiche e dei livelli di servizio promessi al «Cliente».
3.3. Prisma S.R.L. potrà sospendere il «Servizio», in tutto o in parte, al fine di garantire interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, senza che in relazione a ciò il «Cliente» possa avanzare alcuna pretesa nei confronti del soggetto fornitore.

Art.4. OBBLIGHI DEL CLIENTE.
4.1. Il «Cliente» si impegna a rispettare tutte le norme concernenti la condotta on line e la corretta fruizione dei servizi.
4.2. Il «Cliente» si impegna, a pena di decadenza, ad effettuare ogni contestazione relativa alle difformità tra il «Servizio» contrattualizzato e quello fornito da Prisma S.R.L. con comunicazione scritta a mezzo telefax o mail, contenente la dettagliata indicazione tecnica delle contestazioni, spedita entro e non oltre 5 giorni lavorativi dal ricevimento del modulo di attivazione. In mancanza di tale comunicazione, ovvero laddove sia decorso il termine di decadenza, il «Servizio» si intenderà pienamente accettato.
4.3. Il «Cliente» si impegna, a pena di decadenza, ad effettuare ogni contestazione in ordine all’esecuzione del contratto con comunicazione scritta a mezzo lettera raccomandata a.r. (anticipata a mezzo fax), contenente la dettagliata indicazione tecnica delle contestazioni, spedita entro e non oltre 5 giorni lavorativi dalla data in cui è venuto a conoscenza della circostanza in contestazione. In mancanza di tale comunicazione, ovvero laddove sia decorso il termine di decadenza, ogni contestazione deve ritenersi inammissibile.
4.4. Il «Cliente» si impegna a non consentire l’utilizzo a qualsiasi titolo del «Servizio» a soggetti da lui non espressamente autorizzati.
4.5 Il «Cliente» è tenuto a comunicare per iscritto ogni cambiamento o modifica dei dati relativi alla denominazione sociale, alla sede legale, all’indirizzo ed al numero di partita IVA.

Art.5. LIMITAZIONI ED ESONERI DI RESPONSABILITA’.
5.1. Prisma S.R.L. non è in alcun modo responsabile per interruzioni, malfunzionamenti, mancata attivazione od esecuzione del «Servizio» che siano imputabili ad atti dolosi o ad omissioni del «Cliente», o che derivino dalla indisponibilità dei servizi di comunicazione e delle fonti di energia
imputabili ai fornitori di servizi di comunicazione e/o di energia elettrica o comunque indipendenti dalla volontà di Prisma S.R.L..
5.2. Prisma S.R.L. non è in alcun modo responsabile in merito ai problemi di malfunzionamento del «Servizio» riconducibili ad una configurazione inappropriata, non corretta o non compatibile.
5.3. Prisma S.R.L. non sarà in alcun modo responsabile nei confronti del «Cliente» per i danni derivanti dalla mancata disponibilità del «Servizio», quali, a titolo meramente esemplificativo, perdite di opportunità e/o di affari, mancati ricavi, danni indiretti derivanti dal mancato funzionamento del «Servizio».
5.4. Prisma S.R.L. non è e non può in alcun modo ritenersi responsabile per l’impossibilità di contattare i servizi di emergenza.
5.5. Il «Cliente» è direttamente responsabile riguardo ad ogni telefonata effettuata e su di lui incombe l’obbligo di non utilizzare il «Servizio» per fini illeciti.
5.6. L’esercizio commerciale ove verrà sottoscritto il presente contratto è espressamente sollevato da qualsivoglia responsabilità e/o obbligo derivante dallo stesso sia nei confronti della soc. Prisma S.R.L. che nei confronti del «Cliente».

Art.6. CORRISPETTIVO E PAGAMENTO DEL SERVIZIO.
6.1. Il «Cliente» per la fornitura del «Servizio» dovrà pagare il corrispettivo come indicato nell’«offerta».
6.3. In caso di mancato o ritardato pagamento del corrispettivo saranno dovuti alla scadenza di ogni fattura gli interessi di mora nella misura determinata dall’art. 5 del D.L.T. n. 231/2002, fermo restando quanto previsto dall’art. 6 del medesimo decreto.
6.4. Il «Cliente» potrà presentare eventuali reclami in merito agli importi fatturati tramite comunicazione spedita a mezzo fax o con lettera raccomandata a.r., ricevuta da Prisma S.R.L. entro dieci giorni lavorativi dalla data di ricezione della fattura, con indicazione specifica delle voci e degli importi contestati. In difetto della predetta comunicazione, o nel caso in cui questa sia inviata oltre i termini indicati, la fattura si intenderà accettata per l’intero importo. Resta inteso che, anche in caso di reclamo, gli importi contestati dovranno essere pagati per intero entro il termine indicato nella fattura. Qualora il reclamo sia riconosciuto fondato, Prisma S.R.L. compenserà gli importi dovuti nella prima fattura successiva utile. In mancanza di detta fattura successiva, Prisma S.R.L. provvederà ad emettere nota di credito a favore del «Cliente».

Art.7. CODICI DI ACCESSO AL SERVIZIO.
7.1. All’atto della accettazione della richiesta di attivazione del «Servizio», Prisma S.R.L. fornirà al «Cliente» i codici e le istruzioni necessarie per usufruire del «Servizio». I codici sono strettamente personali.
7.2. Il «Cliente» è responsabile per l’uso e per la diffusione dei codici di accesso. Nel caso di furto, smarrimento o uso illecito da parte di terzi, il «Cliente» dovrà darne immediata comunicazione ad Prisma S.R.L. che provvederà a disattivare i codici di accesso in questione ed a fornire in tempi brevi nuovi codici al «Cliente».

Art.8. CESSIONE DEL CONTRATTO.
Il «Cliente», ai sensi dell’art. 1407 Cod. civ., presta sin d’ora il proprio consenso affinché Prisma S.R.L. possa cedere il contratto a terzi, fermo restando le caratteristiche dell’«offerta» ed i livelli di «Servizio» prestati.

Art.9. CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA.
9.1. Il contratto si risolverà di diritto, ai sensi dell’art. 1456 Cod. civ., qualora:

a) il «Cliente» sia inadempiente agli obblighi di cui alle seguenti clausole: 4. (obblighi del cliente); 6. (corrispettivo e pagamento del «Servizio»);
b) in caso di ritardato o mancato pagamento anche di una sola fattura alla scadenza;
c) il «Cliente» sia sottoposto a procedura concorsuale;
d) i beni del «Cliente» siano sottoposti a procedura esecutiva;

9.2. Nel caso di risoluzione, restano salvi tutti i diritti di ciascuna parte maturati prima della data di cessazione del rapporto contrattuale, nonché ogni altro diritto spettante per legge e/o in virtù del contratto, compreso l’eventuale risarcimento del danno subito da Prisma S.R.L.. in conseguenza della risoluzione.

Art.10. MODIFICHE.
Ogni modifica del presente contratto sarà valida ed efficace solo laddove sia fatta per iscritto.

Art.11. INVIO CONTRATTO.
Le parti dichiarano che il testo sottoscritto e restituito a mezzo mail e/o fax avrà la stessa efficacia dell’originale.

Art.12. LEGGE APPLICABILE E FORO COMPETENTE.
12.1 Il presente contratto è regolato dalla legge italiana.
12.2. Qualsiasi controversia derivante dal contratto, incluse, in via meramente esemplificativa, quelle derivanti dall’interpretazione e/o esecuzione e/o risoluzione del contratto, sarà di competenza esclusiva del Foro di S. Maria Capua Vetere.